Tutti gli articoli di Redazione

La primavera

dal blog di Paolo Nori

Per quanto gli uomini si sforzassero, radunandosi a centinaia di migliaia in un posto piccolo, deturpando quella terra sulla quale si eran stretti, per quanto soffocassero la terra di pietre perché niente, in lei, nascesse, per quanto estirpassero ogni erba che spuntava, per quanto esalassero fumo di pietra, di carbone e di nafta, per quanto tagliassero gli alberi e cacciassero tutti gli animali e gli uccelli, la primavera era primavera anche in città.

Lev N. Tolstoj, Resurrezione

primavera

Altre citazioni, passaggi di libri, spezzoni di racconti, articoli,  riflessioni e ripetizioni le trovi sul blog di Paolo Nori (orgogliosamente ospitato da Altervista).

 

Ragazze ispirate

Il modo migliore per ispirare le ragazze è dare esempi di persone reali che si sono prese la libertà di fare quello che volevano.

«Le protagoniste dei suoi libri per ragazzi sono sempre state ragazzine avventurose e con le idee chiare su quello che volevano fare, una caratteristica che senza dubbio ha ispirato molte lettrici a fare lo stesso».

I libri di Bianca Pitzorno, i suoi consigli di lettura, le sue esperienze nella bellissima intervista di Marta Corato su Soft Revolution.

illustrazione di Marta Baroni
illustrazione di Marta Baroni

Leggi l’articolo Mai darsi una calmata: intervista a Bianca Pitzorno, su Soft Revolution, sito orgogliosamente ospitato da Altervista.

I libri di Bianca Pitzorno su Ibs e su Amazon.

Bastonate, nel senso musicale

Ci sono validi motivi per ritenere che Bastonate sia uno dei migliori blog in circolazione, puoi cominciare, Francesco, elencando alcuni di questi motivi?

«Mi piace pensare che sia per la bontà dei pezzi che ci scriviamo dentro. Sembra una risposta stupida (essendolo), ma Bastonate non ha nessuna idea forte alla base, e quindi dev’essere solo per la roba che ci sta sopra. Intendo dire: i blog di solito si distinguono dalla massa perché suppliscono a un bisogno specifico o ne creano uno che il pubblico può sapere o non sapere di avere (esempio: il sito più importante della storia di internet è beedogs.com, ma prima di beedogs.com non erano in molti ad avvertire come primaria l’esigenza di possedere foto di cani vestiti da ape). Invece Bastonate te lo spari se vuoi leggere qualcosa in senso classico per una decina di minuti, articoli da rivista che però credo nelle riviste non si leggano (non so perché, è colpa loro). E io alla fine della prima domanda sono in imbarazzo».

Il logo di Bastonate

Allora facciamo finta di niente e torniamo indietro, a raccontare Bastonate a chi Bastonate non lo conosce: un sito sulla musica.

«In pratica io e altra gente ci droghiamo di riviste (musica e altro, web e carta) da una ventina d’anni. Nel blog abbiamo preso tutta la roba figa che usciva una volta nelle riviste e la roba che avremmo voluto leggere nelle riviste e non è mai uscita, e certa roba che non avremmo mai concepito di poter scrivere ma poi abbiamo scoperto che funzionava; le abbiamo prese e le abbiamo messe dentro al blog». Continua a leggere

Le strade di Sanremo 2014

Eravamo rimasti qui, l’anno scorso, con la vittoria di Marco Mengoni nel Festival del ritorno di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.

Marco Mengoni, vince la 63esima edizione del Festival di Sanremo, qui con Fabio Fazio, Luciana Littizzetto e Bianca Balti al Teatro Ariston.
Marco Mengoni, vince la 63esima edizione del Festival di Sanremo, qui con Fabio Fazio, Luciana Littizzetto e Bianca Balti al Teatro Ariston.

Ma i nostri inviati sono già sul posto per la 64esima edizione.

Oppure hanno già cominciato a rifletterci sopra: ROAD II SANREMO #1 – edizione 2014, cristi e crismi e cristicchi e l’ombra de IL CRIBER che si stende.

A proposito: ecco una galleria su momenti rilevanti delle ultime edizioni.

I nostri consigli, per quest’anno, sono di sintonizzarsi su Pop Topoi (TwitterBlog) e Bastonate (TwitterBlog), e di seguirli attentamente su Twitter e sui loro blog, orgogliosamente ospitati da Altervista, perché sono tra le più originali, divertenti e colorite voci in circolazione. Buon ascolto a tutti.

Olimpiadi Sochi 2014: forza Alessia!

«Darò il massimo come sempre, ma l’importante è divertirmi e scoprire il mondo olimpico».

Alessia Dipol e lo stemma della Federazione sciistica del Togo a Sochi 2014

Le Olimpiadi per Alessia Dipol sono, come per il Togo, un debutto, una prima volta.
La federazione sciistica dello stato africano, scarsamente dotato di montagne, è nata nel 2012; Alessia Dipol è del 1995, e vive a San Vito di Cadore, fa il liceo linguistico e, tra poco: 18 e 21 febbraio, anche lo slalom speciale e il gigante: a Sochi, alle Olimpiadi invernali russe.

«Mio padre Diego – racconta Alessia – possiede una azienda che si occupa di abbigliamento per gli sport invernali e ha rapporti di lavoro frequenti proprio con il Togo. In quel periodo poi stava nascendo la Federazione sci di quel paese e così ho cominciato con loro».

Per tenere il diario del viaggio olimpico Alessia ha aperto un blog e Altervista è orgogliosa di ospitare il racconto delle sue avventure: clicca qui e vai al sito.

Alessia e Mathilde, la sua compagna di squadra,, alla cerimonia di inaugurazione di Sochi 2014
Alessia e Mathilde, la sua compagna di squadra, alla cerimonia di inaugurazione di Sochi 2014

Le dichiarazioni di Alessia Dipol sono tratte da Il Fatto Quotidiano e da Sky Sport.

Il lato creativo del riciclo

Tende e porta tende fatti in casa, dieci idee per riusare le scatole di scarpe, deumidificare casa senza il deumidificatore, aprire una bottiglia senza cavatappi e addirittura 75 soluzioni per semplificarsi la vita. Solo riusando quello che abbiamo già: con creatività e i buoni suggerimenti di Questo lo riciclo; un blog divertente e di grande successo.

Questo lo riciclo - un blog di successo su Altervista

Da una scatola per le scarpe si può fabbricare una casa per le bambole o un comodissimo portapenne o una scarpiera: unendone cinque o sei. Si possono fare divertenti tende con tappi di sughero o di birra, stappare una bottiglia di Bordeaux con una scarpa (e un muro).

Idee per regali ecologici, piccoli risparmi energetici e per giocare senza acquistare nulla.

Un hacking che fa diventare i pezzi di vecchi giochi da tavola o i componenti elettronici degli orecchini, un uso nuovo degli oggetti di sempre che fa di una scala di legno un elemento d’arredo; e c’è spazio per il riuso di vetro, plastica, stoffa, carta e cartone.

Hacking di vecchi giochi e riuso di tanti materiali

Un blog che ha raccolto con pazienza tanti consigli per esercitarsi nel lato più divertente e creativo del riciclo. Clicca qui e scopri Questo lo riciclo.

Il Piano inclinato dell’economia

Qualche mese fa si è spento Bimbo Alieno, stimato e apprezzatissimo blog indipendente di informazione economica.

il logo di Bimbo alieno

Capita anche ai migliori blog: a quelli di successo, invitati a intervenire in televisione, radio e sui giornali.

Ma l’inventore di bimbo Alieno, Andrea Boda, ha già iniziato una nuova avventura e questa volta ha messo insieme una nutrita squadra di esperti. Il nuovo sito si chiama Piano inclinato.

Il logo di Piano inclinato

Per chi già conosceva Bimbo Alieno cosa c’è da aspettarsi di nuovo da Piano inclinato?

«Iniziamo dalle differenze: Bimbo Alieno era un personaggio, ora a scrivere c’è Andrea Boda: una persona. Per giunta “BimboAlieno” era un blog personale, mentre Piano Inclinato è un sito collettivo, in cui scrivono una dozzina di persone. A me spetta il ruolo di principale contributor e di coordinatore delle pubblicazioni, semplicemente. Continua a leggere