Una grande inquadratura

Miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura originale e miglior fotografia, Birdman, il film di Alejandro González Iñárritu con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Emma Stone e Naomi Watts, ha ricevuto quattro premi Oscar (su nove candidature).

Nel film una star che ha raggiunto il successo nel ruolo di un supereroe alato (Birdman) vuole dimostrare di essere un attore teatrale di talento e per farlo dirige uno spettacolo in uno storico teatro di Broadway. Sono con lui la figlia ribelle Sam, l’amante Laura, l’amico produttore Jake, un attore egocentrico e soprattutto la voce di Birdman, la sua ossessione.

tn_gnp_et_1025_film

Il film ha una particolarità tecnica, dà l’illusione di essere girato in un’unica lunga inquadratura, come si dice: un piano sequenza.

Un piano sequenza è un’inquadratura cinematografica senza stacchi di montaggio, i personaggi vengono seguiti nelle loro azioni dalla cinepresa. Questa tecnica narrativa restituisce l’idea della simultaneità degli eventi raccontati con il tempo reale.

Grazie alle riprese digitali è ora tecnicamente possibile  estendere un piano sequenza all’intera durata del film, oppure dissimulare gli stacchi di montaggio in modo da confezionare la percezione di un film come di un’inquadratura lunga due ore.

Ci sono dei piani sequenza storici nella storia del cinema, realizzati con mezzi artigianali, uno dei più famosi e belli si trova in Touch Of Evil (L’infernale Quinlan) di Orson Welles, un film del 1958.

(Universal Studios/Newsmakers)
(Universal Studios/Newsmakers)

È la scena iniziale del film, un capolavoro di attesa e suspense: lo racconta in un articolo Cineocchio: L’infernale Quinlan, il piano sequenza iniziale.


Recent Posts

-